venerdì 16 marzo 2012

Di tronchetti della felicità e galletti al forno

La primavera risveglia un pò tutto: la voglia di muoversi, di stare all'aria aperta, di fare tante cose che sono state accantonate durante l'inverno. Ma soprattutto ha risvegliato il mio pollice-non proprio-verde. Un pollice- non proprio-verde che non ha un giardino ma comunque un pò di spazio; così mercoledì sera siamo andati a prendere un pò di fiorellini e degli aromi (origano, timo, salvia, rosmarino, menta e lavanda).
Ora, io prometto che ci metterò tutto l'impegno possibile, ma non garantisco il risultato finale. Purtroppo tutti i precedenti non sono a mio favore: vedi gli iris bruciati dal sole, dei tulipani mai sbocciati, un ciclamino morto di sete e, ultimo ma non ultimo, il tronchetto della felicità caduto in depressione ma che tutt'ora lotta e combatte (contro di me) per restare con noi.
Questa volta però ce la posso fare: ho dei vicini molto carini che supervisionano lo stato delle piante, chiunque passa butta un occhio dentro e dà consigli non richiesti e mio marito mi minaccia. Stamattina è arrivato a dire che se faccio morire il tronchetto (che ci è stato regalato quando ci siamo sposati e quindi simboleggerebbe il nostro amore) è come se facessi morire il nostro matrimonio...
Da notare che siamo sposati da un anno e mezzo e per il primo anno il tronchetto è stato custodito da mia nonna: stava benissimo...finchè non è venuto ad abitare con noi.

Dopo questo divagare sul giardinaggio, meglio passare alla ricetta del galletto al forno che sicuramente da più soddisfazioni.

La ricetta originale l'ho trovata ne "La Cucina Italiana" di questo mese, ma l'ho completamente stravolta. Un pò perchè mancavano degli ingredienti, un pò perchè alcune cose non piacevano, è venuto fuori quanto segue.

Ingredienti:
-1 galletto
- 1 cipolla rossa
-1 pacchetto di cracker
-timo, sale ed olio extravergine d'oliva

Preparazione:
Appoggiare il galletto sul ventre con un coltello a lama larga e dare un colpo deciso aprirlo a metà. Batterli con il batticarne finchè non saranno appiattiti.
Sbucciare la cipolla, tagliarla a spicchietti e farla rosolare in padella con un cucchiaio d'olio.
Mettere il galletto in una teglia unta con unpò d'olio, con la polpa verso l'alto e cospargerlo con del timo, sale, cracker sbriciolati grossolanamente e la cipolla. Irrorare con un altro pò d'olio e infornare a 220 gradi per 30 minuti. (A me ne è servito qualcuno in più)
Buon appetito!

 Ah!Ho comprato anche delle piante grasse, perchè si sa... quelle non muoiono mai!

1 commento:

  1. Ciao, ti invito al mio giveaway in regalo ci sono due bottiglie di vino e 3 vasi di confettura di BACCO NON LO SA, da nn lasciarsi assolutamente sfuggire, troppo buoni!
    Cioa e a presto^_^
    http://lacreativitadianna.blogspot.com/2012/03/5-giveaway-vinci-i-deliziosi-prodotti.html

    RispondiElimina

Grazie per essere passato di qui! Se ti va lascia un commento, e se hai anche tu un blog verrò a trovarti